Visitatori online

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

 

 

 

 

ORARIO RICEVIMENTO

A+ A A-

OTTIME NOTIZIE NEI GIUDIZI CONTRO VOLKSWAGEN

COMUNICATO STAMPA

OTTIME NOTIZIE NEI GIUDIZI CONTRO VOLKSWAGEN

Nel 2016 lo studio legale Gallicola – Codacons Caserta è stato tra i primi in Italia a notificare giudizi contro il colosso tedesco per il clamoroso scandalo della centralina truccata.

Siamo ormai alla seconda udienza ed in tutti i giudizi è stata ammessa la C.T.U. per valutare la non conformità dell’autovettura venduta alle caratteristiche tecniche stabilite dalla casa madre.

Lo studio Gallicola non ha chiesto il risarcimento danni difficilmente provabile, ma la nullità del contratto per vizi della cosa.

La nomina del Ctu, indubbiamente attesta già che i Giudici sono già convinti della bontà della tesi attorea.

Del resto la truffa perpetuata è un fatto notorio in tutto il mondo. Ma in un giudizio il Giudice visto che la casa automobilistica aveva convocato il proprietario presso la concessionaria per il cambio della centralina, ha ritenuto ciò come ammissione di responsabilità da parte della casa tedesca ed ha inviato la causa per la precisazione delle conclusioni.

Questi dati ci danno grande fiducia per l’esito della vicenda. Nel ricordare che abbiamo chiesto per i nostri assistiti la nullità del contratto o in alternativa una richiesta di indennizzo per € 5.000,00, invitiamo tutti coloro che hanno già effettuato il cambio della centralina o  che lo dovranno effettuare a farsi rilasciare apposita attestazione della sostituzione avvenuta con particolare attenzione alla dicitura della riparazione controllando che la Volkswagen indichi con esattezza la riparazione effettuata di sostituzione della centralina (abbiamo verificato in più occasioni il mancato rilascio dell’attestato di riparazione praticata), con tale attestato sarà possibile presso lo studio per affrontare il giudizio per la salvaguardia del proprio diritto.

Va inoltre detto che negli Stati Uniti i proprietari sono già stati indennizzati tutti con una somma vicino ai 10.000,00 dollari. Stessa cosa sta avvenendo in diversi stati asiatici dove addirittura e giustamente il governo ha impedito la circolazione di tali autovetture.

In Europa, ma soprattutto in Italia, i governi servi dei Tedeschi non hanno applicato alcuna sanzione, ma direi alcun interesse alla vicenda. I nostri “famosi politici” contro l’egemonia germanica nulla hanno detto al riguardo, mentre avrebbero dovuto agire in giudizio per primi contro la Volkswagen per l’inquinamento atmosferico causato.

Speriamo che i Giudici ancora una volta si sostituiscano ai nostri inetti politici e diano giustizia e legalità e fiducia ai nostri consumatori.

  Avv. Maurizio Gallicola

Powered by VPMNETIT | © Studio Legale Gallicola. All rights reserved.