Visitatori online

Abbiamo 12 visitatori e nessun utente online

A+ A A-

Infortunistica stradale

Scritto da Pubblicato in Notizie

 SINISTRI STRADALI ED ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA  

● Risarcimento danni materiali a seguito di tamponamento semplice, a catena: scontro tra veicoli di << colonna in movimento>> e di <>.
● Risarcimento danni materiali, lesioni fisiche e danno da fermo tecnico causati da omissione di precedenza.
● Risarcimento danni materiali e lesioni fisiche causate dall’improvvisa apertura e chiusura della portiera di un veicolo.
● Risarcimento danni materiali causati da una imprudente manovra di retromarcia.
● Risarcimento lesioni fisiche riportate dal trasportato di un veicolo (ad esempio a seguito di un tamponamento, omissione di precedenza e/o di qualunque altra imprudente manovra).
● Risarcimento lesioni fisiche e danni materiali subiti da un velocipede investito da un’autovettura o da altro veicolo.
● Risarcimento lesioni fisiche e danni materiali in un sinistro stradale con più di due mezzi.
● Risarcimento lesioni fisiche a trasportato su ciclomotore, in violazione di legge, investito da un automezzo che non ha ceduto la precedenza.
● Risarcimento lesioni fisiche, con danno da lucro cessante, riportate a seguito di sinistro stradale con autovettura non identificata.
● Risarcimento da investimento del pedone: attraversamento sulle strisce pedonali e/o in presenza di un semaforo pedonale e/o da parte di un veicolo di soccorso o di polizia.
● Sinistro stradale con più di due mezzi con lesioni fisiche gravissime del trasportato che, dopo alcuni giorni, decede. Danno biologico terminale, danni iure proprio e iure hereditario.
● Risarcimento del danno morale dei congiunti della vittima sopravvissuti alla lesione; per lesioni o morte dello stretto congiunto; del danno patrimoniale dei genitori del figlio minore deceduto e del prossimo congiunto che assiste il danneggiato.
● Investimento di animale ed insidia stradale: ad esempio, risarcimento di lesioni fisiche e danni materiali subiti da un veicolo a causa di un incidente verificatosi per la presenza sulla sede stradale e/o autostradale di un animale che, introdottosi attraverso la barriera che delimita le due carreggiate, stava attraversando la corsia percorsa dal Sig. Tizio.
● Risarcimento danni materiali subiti da velocipedi, veicoli e lesioni fisiche riportate da pedoni a seguito di omessa manutenzione di strade pubbliche/private e/o autostrade.
● Risarcimento per sinistri stradali avvenuti nelle aree di parcheggio.
● Risarcimento da incendio doloso di un veicolo in sosta e quello verificatosi per cause intrinseche al veicolo.
● Risarcimento da affidamento del veicolo in deposito e/o ad una autofficina.
● Sinistro stradale per vizi di costruzione o di manutenzione del veicolo: responsabilità oggettiva del proprietario e del conducente;
Leggi tutto...

Diritto Tributario

Scritto da Pubblicato in Notizie

Il Codacons Caserta ha vinto numerose cause presso la Commissione Tributaria Provinciale e contro il Consorzio di Bonifica per l’annullamento delle quote consortili.

Sono stati accolti i ricorsi presentati contro la Publiservizi ed Equitalia per la prescrizione Tarsu.

Sono stati inoltre vinti ricorsi contro le multe per la Ztl , divieti di sosta, per prescrizioni tasse automobilistiche, fermi amministrativi illegittimi, sono state annullate le cartelle esattoriali per decadenza e prescrizione ed è stato ottenuto l’annullamento della cartella perché redatta in carenza di presupposti di legge (provata l’opposizione presso il verbale).

Leggi tutto...

Lo studio

Scritto da Pubblicato in Notizie

Lo Studio Legale Gallicola dal 1949 è stato tra i primi in Italia ad affrontare la materia previdenziale e pensionistica. Insieme alla CISL Caserta, è stato, infatti, per anni punto di riferimento di migliaia di pensionati che ricorrevano in giudizio per il riconoscimento dei loro diritti.

Dal 2004 l’Avv. Maurizio Gallicola ha dato una svolta allo studio interessandosi alla tutela dei diritti dei consumatori. In pochi anni lo Studio, insieme al Codacons Caserta è riuscito ad imporsi, prima nella provincia di Caserta e poi in Campania in questo specifico settore che in Italia gode ancora di scarsa tutela giudiziaria.

Lo studio della materia dei diritti dei consumatori ha permesso che la tutela legale non fosse circoscritta alle sue relazioni civili ma che potesse essere allargata a tutti i settori giudiziari che attengono alla tutela del diritto del Consumo. Pertanto lo Studio Legale Gallicola attualmente contempla esperti in diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto tributario, diritto di famiglia, diritto previdenziale, esecuzioni civili.

In pratica lo Studio riesce a contemperare le esigenze del cittadino a 360°, forte del fatto che ogni anno affronta le tematiche in oltre 2000 casi. Ciò ha reso indispensabile l’approfondimento della materia, l’aggiornamento continuo ed ha posto lo studio decisamente all’avanguardia nazionale in campo legale.

Gli utenti che si sono rivolti allo Studio Legale Gallicola ed al Codacons Caserta per affrontare, le tematiche relative ai diritti dei consumatori, per la tutela di tutte le vicende giudiziarie che coinvolgono la loro vita, rendendosi conto dell’alta professionalità e della rapidità di azione che caratterizza l’attività posta in essere dallo studio, hanno poi deciso di affidare allo Studio Legale Gallicola tutte le controversie inerenti la loro quotidianità.

 

 Curriculum Vitae dell'Avvocato Maurizio Gallicola

 

Leggi tutto...

Link

Scritto da Pubblicato in Notizie

Codacons

http://www.codacons.it

 

Associazione Avvocati In Europa

http://www.avvocatiineuropa.it

 

Ordine degli Avvocati di Caserta

http://www.ordineavvocatismcv.it

 

Leggi tutto...

GRATUITO PATROCINIO

Scritto da Pubblicato in Notizie
Il Codacons Caserta informa tutti i consumatori che lo studio legale Gallicola è abilitato ad effettuare il patrocinio a spese dello Stato, per i clienti con le condizioni reddituali minime richieste per legge.
Leggi tutto...

Tra le obbligazioni principali del venditore, oltre a consegnare la cosa e fare acquistare la proprietà della cosa o il diritto, vi è quella di garantire il compratore dall’evizione; inoltre la cosa venduta deve essere immune da vizi che la rendano inidonea all’uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore: occorrerebbe passare dal tipico e fondamentale obbligo del venditore di “dare” a quello diverso di “facere” consistente nella eliminazione dei vizi e difetti esistenti, tali da garantire al summenzionato bene il corretto funzionamento.

Nell’ipotesi di sussistenza di vizi e difetti del bene, oggetto del contratto, anche dopo la sostituzione in garanzia, il compratore/consumatore avrà diritto alla restituzione della somma versata a titolo di prezzo, nonché al risarcimento del danno conseguente all’inutilizzabilità del bene.

Leggi tutto...

Nel caso in cui il consumatore MAI abbia sottoscritto alcun contratto telefonico e/o intrapreso alcun rapporto con una società di telecomunicazioni per acquisto di prodotti e/o servizi della stessa, tra cui linea voce, ADSL e collegamento Internet, e la stessa società recapita all’utente fatture con richieste di pagamento, per un traffico telefonico MAI effettuato, servizi MAI richiesti e, pertanto, MAI usufruiti dallo stesso, aggravando con questo il danno oltre che il disagio dell’utente.

E’ evidente che il rimborso/ storno delle fatture de quibus è uno specifico obbligo giuridico della società., in quanto emesse senza che vi fosse in atto il relativo contratto.

Pertanto il comportamento tenuto dalla società è senz’altro rimproverabile tale da giustificare il rimborso/storno dell’arbitraria fatturazione emessa all’ordine del consumatore, a fronte di servizi MAI richiesti ed una pretesa risarcitoria.

Leggi tutto...

 

L’utente otterrà il rimborso di quanto ingiustamente pagato negli ultimi tre anni (importo €.5,16 al mese per privati cittadini, €.12,91 per le aziende). Questo assurdo importo era originariamente diretto alle società telefoniche, che dovevano pagarlo per l’utilizzo delle frequenze. Il Governo successivamente stabilì che detta tassa dovesse essere pagata dai titolari di un contratto di abbonamento in quanto il cellulare era un “bene di lusso”. Con l’entrata in vigore del Nuovo Codice delle Telecomunicazioni questa tassa non è più prevista ne hanno affermata l’illegittimità.

 

Leggi tutto...

Powered by VPMNETIT | © Studio Legale Gallicola. All rights reserved.